Soluzioni Termoscanner per la misurazione a distanza della temperatura corporea

Pirometri

I pirometri, o termometri laser o termoscanner, sono la soluzione più semplice ed economica per misurare senza contatto la temperatura della pelle delle persone.

Di questi strumenti esistono versioni medicali, che di solito sono prive del classico puntatore laser (per evitare di colpire accidentalmente gli occhi delle persone) e hanno un setup impostato per misurare specifictatamente la temperatura della pelle ad una distanza di circa 2 centimetri.

Le versioni industriali dei termometri laser normalmente garantiscono mediamente prestazioni migliori, e per questo possono essere utilizzati con successo nella misurazione della temperatura corporea, ma bisogna avere l'accortezza di individuare e saper scegliere il prodotto più idoneo e poi di saperlo impiegare al meglio.

Quali specifiche scegliere?

Emissività Regolabile

Una delle caratteristiche che un buon termometro ad infrarossi dovrebbe avere è la funzionalità di poter regolare l'emissività.

L'emissività è una caratteristica che cambia a seconda delle superfice e dei materiali e sostanzialmente identifica l'energia irraggiata (calore) dalla stessa superfice misurata. Questo valore può essere influenzato anche dal colore della pelle o dalla presenza di umidità e altri fattori. Per questo poter "aggiustare" il valore di emissività diventa determinante per effettuare una misura più accurata possibile.


D:S Ratio

Un'altro parametro importante da tenere in considerazione è il rapporto D:S. I termometri misurano l'energia su una superfice circolare che varia in base alla distanza e alla ottica in dotazione con lo strumento. Il rapporto D:S identifica il rapporto tra la distanza misurata e il diiametro della superfice circolare misurata. Un maggiore rapporto D:S è sinonimo di prestazione migliore perchè permette una maggiore precisione a parità di distanza essendo lo spot più piccolo.

Termocamere e immagine termica

Le termocamere possono essere la soluzione più rapida ed efficace per individuare temperature corporali elevate.

Come i pirometri appena descritti le termocamere sono strumenti che sfruttano gli stessi concetti, ma misurando più punti contemporanamente, riescono a ricreare un immagine termica dando evidenza immediata di situazioni potenzialmente critiche.

Sfruttando queste informazioni esistono sitemi basati su termocamere che in maniera automatica, possono discriminare la presenza di persone con temperatura corporea alta e far scattare un'allarme.

Ecco alcune soluzioni:

LAND vIRalert 2

Il sistema vIRalert 2 è un sistema fisso di monitoraggio della temperatura e fornisce la misurazione remota della temperatura del corpo umano (in genere il viso) con una precisione di 0,5 ° C che consente il rilevamento delle piccole variazioni di temperatura indotte da una febbre.

Il sistema è composto da una temocamera e da un blackbody (sorgente infrarossa di riferimento) che permette di avere una misura estremamente precisa. Viene impiegato un software semplice e intuitivo,che fornisce allarmi sullo schermo e automaticamente udibili per avvisare l'operatore in modo che possano essere intraprese azioni rapide per proteggere i locali dal rischio di diffusione dell'infezione.

Optris Pi450i

Optris sfrutta invece le elevate prestazioni della termocamera Pi450i, che grazie all'elevata sensibilità termica (40 mK), si può bene adattare allo scopo del rilevamento della temperatura corporea. La messa a fuoco è manuale ed il software permette di attivare allarmi con foto ed uscite relè su PIF industriale, evidenziare temperature al di sopra di una certa soglia ed impostare un’area all’interno del campo visivo, come valore di riferimento, in modo da inviare al software PIXConnect temperature più accurate.

La peculiarità di questo sistema è che non necessita di un Blackbody di riscontro (anche se può essere abbinato) e si presta benissino ad essere integrato con sistemi di automazione, domotica e IoT.

Dahua TPC-BF5421-T e TPC-HBB

Dahua propone una sistema composto da telecamera ibrida (telecamera + termocamera) abbinata ad un blackbody per la compensazione della temperatura misurata.

In questo caso, un algoritmo di intelligenza artificiale riconosce le figure umane e permette di misurare la temperatura del volto, escludendo qualsiasi altra fonte di calore che possa costituire un falso allarme, alla distanza ottimale di 3 metri. In questo caso il sistema è modulare è può essere integrato e ampliato con sistemi server NVR per permetre il controllo e l'analisi di più accessi con un unico sistema con la possibilità di riconoscimento dei volti.